Andrea Gregori

Andrea Gregori

Header definitivo

Andrea Gregori

Andrea Gregori

Italia

 

Spazio Cromatico e Toccata
Chromatic Space and Toccata

2016

Nato a Vicenza (Italia) nel 1965, Andrea Gregori laureato in fisica all’università di Padova, ottiene un dottorato in fisica teorica all’università di Trieste. Oltre alla ricerca nel campo della fisica, ha sempre coltivato un forte interesse per diversi aspetti delle arti, in particolare le arti visive e la musica. La passione per la fotografia è il risultato di una maturazione, sulla quale le opere dei grandi maestri del cinema hanno avuto un ruolo di primaria importanza. L’approccio di Gregori alla fotografia è complementare e, d’altra parte, simile alla sua ricerca in fisica.
Il risultato di una foto è generalmente una superficie bidimensionale in cui la prospettiva originale e il senso dello spazio sono stati profondamente distorti o completamente aboliti. Tuttavia, una volta stampato, Gregori realizza un oggetto tridimensionale che si può gestire e toccare. Sulla stessa linea di ricerca, cioè sulla possibilità di produrre un’esperienza tattile, sono gli esperimenti con la tecnica di stampa lenticolare 3D. In questo caso l’impressione di profondità, che di proposito non corrisponde alla profondità dell’oggetto originale, viene prodotta elaborando al computer una fotografia 2D, producendo in questo modo un’esperienza visiva eccitante e sconcertante. Le foto bidimensionali diventano quindi un oggetto tridimensionale. Un’ulteriore evoluzione di questa impressione 3D la troviamo nei suoi video 3D virtuali.
L’artista è anche l’esecutore delle musiche che supportano e danno il titolo alle sue opere.
Dal 2000 vive e lavora a Berlino.

Born in Vicenza (Italy) in 1965, Andrea Gregori graduated in physics at the University of Padua, obtains a doctorate in theoretical physics at the University of Trieste. In addition to research in the field of physics, he has always cultivated a strong interest in various aspects of the arts, in particular the visual arts and music. The passion for photography is the result of a maturation, on which the works of the great masters of cinema have played a role of primary importance. Gregori’s approach to photography is complementary and, on the other hand, similar to his research in physics.
The result of a photo is generally a two-dimensional surface in which the original perspective and the sense of space have been profoundly distorted or completely abolished. However, once printed, Gregori realizes a three-dimensional object that can be managed and touched. On the same line of research on the possibility of producing a tactile experience are experiments with the 3D lenticular printing technique. In this case the impression of depth is produced by processing a 2D photograph on the computer, and in this regard does not correspond to the depths of the original object, producing in this way an exciting and disconcerting visual experience. Two-dimensional photos become a three-dimensional object. A further evolution of this 3D impression can be found in his virtual 3D videos.
The artist is also the performer of the music that support and give the title to his works
Since 2000 he lives and works in Berlin.

www.gregori-photo.de

Descrizione opera
Artwork description

3D Videos

Uno spazio virtuale viene costruito montando dettagli di immagini fotografiche bidimensionali „astratte“, a commento di musiche di G. Frescobaldi (1583-1643), suonate su un organo antico e registrate rispettando l’acustica naturale della chiesa. „Toccata“ è costruito sull’accumulo di grandi campi di colore, che riflettono la struttura della musica, basata su note tenute che formano grandi blocchi sonori.Spazio “cromatico“ è una ricerca cromatica e spaziale, sovrapposta e sincronizzata alla ricerca sul cromatismo musicale della composizione (ricercare cromatico).

A virtual space is constructed by mounting details of two-dimensional “abstract” photographic images, as a commentary on the music of G. Frescobaldi (1583-1643), played on an ancient organ and recorded respecting the natural acoustics of the church. “Toccata” is built on the accumulation of large fields of color, which reflect the structure of the music, based on notes that form large sound blocks. “Color space” is a chromatic and spatial research, superimposed and synchronized to the research on the musical chromatism of the composition (chromatic research).

footer Definitivo