Vincenzo Marsiglia

Vincenzo Marsiglia_BOB0786

Header definitivo

Vincenzo Marsiglia_BOB0786

Vincenzo Marsiglia

Italia

 

Star Interactive

2008

Minimal Op App

2016

Wallpaper Op.

2016

Vincenzo Marsiglia nasce nel 1972 a Belvedere Marittimo (CS) ed si è laureato all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. La sua poetica è contrassegnata da un periodo in cui realizza opere che si sviluppano partendo da una stella a quattro punte, vero e proprio “logo” dell’artista, nell’ultima serie di lavori ricorre, invece, a strumenti tecnologici che si uniscono alla pittoricità segnica. Si ritrova in questi lavori tanto una contemporaneità legata ai nuovi strumenti di comunicazione, quanto il desiderio di non realizzare un oggetto concreto, finito e determinato, ma un’opera mutevole e transitoria che, proprio con l’interazione del pubblico, trova il suo compimento nel processo di relazione e mutazione che porta, riducendo la distanza tra l’oggetto artistico e il suo lo spettatore attivo.Tra le principali mostre personali e di gruppo ricordiamo: OPTICAL ROOM/INTERACTIVE PORTRAIT, Aurum Pescara; INTERACTIVE ARCADE, Palazzo Bevilacqua Ariosti Bologna; DOPO-LOGICA/O, Palazzo Ducale e Teatro all’Antica Sabbioneta; BEYOND THE STAGE, Galleria Arteatro, Teatro San Domenico Crema; THEATRE(HOME)INTERACTIVE, Casa SPONGE, Pergola; VINCENZO MARSIGLIA INTERACTION SHAPES, Casa Matei Gallery, Cluj-Napoca Romania; VINCENZO MARSIGLIA INTERACTION SHAPES, Iaga-International Art Gallery Angels, Cluj-Napoca Romania; VINCENZO MARSIGLIA ROOM OP, Romberg Arte Contemporanea, Latina; VINCENZO MARSIGLIA RIFLESSIONE INTERATTIVA, Ex Chiesa di S. Pietro in Atrio; BACC. Biennale Arte Ceramica Contemporanea, Scuderie Aldobrandini, Frascati; DIMENSIONE FRAGILE, Biblioteca Vallicelliana Roma; ARTEAM CUP IV edizione, Fondazione Dino Zoli Forlì; VISIT US NOW, Priveekollektie Contemporary Art, Heusden Olanda; FOREVER NEVER COMES. Metabolismo del Tempo, Museo Archeologico e d’Arte della Maremma, Grosseto; IO SONO QUI. Arte e diritto alla comunicazione materiale e immateriale, Macro Testaccio, Roma; ARTEAM CUP III edizione, Bonelli Lab Canneto S/O Mantova; ETERNE STAGIONI, Palazzo del Monferrato Alessandria.

Vincenzo Marsiglia was born in Belvedere Marittimo (CS) in 1972 and graduated from the Brera Academy of Fine Arts in Milan. His poetics is marked by a period in which he realizes works that develop starting from a four-pointed star, a true “logo” of the artist, in the last series of works he recurs, instead, to technological tools that join the pictoriality. In these works we find a contemporaneity linked to the new communication tools, as well as the desire not to make a concrete object, finished and determined, but a changeable and transitory work that, precisely with the interaction of the public, finds its fulfillment in the process of relationship and mutation that leads, reducing the distance between the artistic object and its active spectator. Among the main personal and group exhibitions we remember:OPTICAL ROOM/INTERACTIVE PORTRAIT, Aurum Pescara; INTERACTIVE ARCADE, Palazzo Bevilacqua Ariosti Bologna; DOPO-LOGICA/O, Palazzo Ducale e Teatro all’Antica Sabbioneta; BEYOND THE STAGE, Galleria Arteatro, Teatro San Domenico Crema; THEATRE(HOME)INTERACTIVE, Casa SPONGE, Pergola; VINCENZO MARSIGLIA INTERACTION SHAPES, Casa Matei Gallery, Cluj-Napoca Romania; VINCENZO MARSIGLIA INTERACTION SHAPES, Iaga-International Art Gallery Angels, Cluj-Napoca Romania; VINCENZO MARSIGLIA ROOM OP, Romberg Arte Contemporanea, Latina; VINCENZO MARSIGLIA RIFLESSIONE INTERATTIVA, Ex Chiesa di S. Pietro in Atrio; BACC. Biennale Arte Ceramica Contemporanea, Scuderie Aldobrandini, Frascati; DIMENSIONE FRAGILE, Biblioteca Vallicelliana Roma; ARTEAM CUP IV edizione, Fondazione Dino Zoli Forlì; VISIT US NOW, Priveekollektie Contemporary Art, Heusden Olanda; FOREVER NEVER COMES. Metabolismo del Tempo, Museo Archeologico e d’Arte della Maremma, Grosseto; IO SONO QUI. Arte e diritto alla comunicazione materiale e immateriale, Macro Testaccio, Roma; ARTEAM CUP III edizione, Bonelli Lab Canneto S/O Mantova; ETERNE STAGIONI, Palazzo del Monferrato Alessandria.

www.vincenzomarsiglia.it

Descrizione opera
Artwork description

Installazione Multimediale, Feltro, Stampa Digitale
Multimedia Installation, Felt, Digital Print

Installazione multimediale
Multimedia Installation

Installazione Multimediale, Specchio, Stampa Digitale
Multimedia Installation, Mirror, Digital Print

Si tratta di tre opere che dialogano tra loro attraverso il linguaggio tecnologico.
L’opera Star Interactive è un’opera storica risalente al 2008, dove sono racchiusi materiali diversi tra di loro ma che formano un’opera unica, utilizzo del feltro, stampa digitale e della tecnologia con un software studiato appositamente. Per mezzo di una webcam l’immagine dello spettatore viene visualizzata in diretta e rielaborata in due modi, prima un’unica immagine riprodotta con colori forti, successivamente la visione si moltiplica in tante piccole tessere con la propria immagine in diretta.
Theatre Interactive è la fusione fra il movimento del corpo, il suono e l’interazione con l’ambiente stesso. All’interno dell’interattività si trovano più passaggi visivi con colori forti, il secondo passaggio è quello che tramite il movimento del corpo viene scardinata la geometria stessa dell’opera digitale.
Il suono viene generato dal movimento del corpo stesso.
Minimal Op App e Wallpaper Op sono due opere che dialogano fra di loro. Nella prima “Minimal Op App” lo spettatore si relaziona con se stesso tramite gli specchi sovrapposti e, attraverso l’applicazione per iPad, con la geometria “Optical” bianco e nero e la propria immagine in sovrapposizione con colori forti.
“Wallpaper Op” genera una superficie “Optical” dove si crea una vibrazione ottica della superficie stessa.
Lo spettatore verrà stimolato in tutti i suoi sensi.

These are three works that dialogue with each other through technological language.
The work Star Interactive is a historical work dating back to 2008, where different materials are contained but which form a unique work, use of felt, digital printing and technology with specially designed software. Through a webcam the image of the viewer is displayed live and reworked in two ways, first a single image reproduced with strong colors, then the vision is multiplied in many small cards with their own live image.
Theater Interactive is the fusion between body movement, sound and interaction with the environment itself. Within the interactivity there are more visual passages with strong colors, the second passage is that through the movement of the body the geometry of the digital work is undermined.
The sound is generated by the movement of the body itself.
Minimal Op App and Wallpaper Op are two works that interact with each other, in the first “Minimal Op App” the viewer is related to himself through the overlapping mirrors and, through the application for iPad, with the “Optical” white geometry and black and its own overlay image with strong colors.
“Wallpaper Op” generates an “Optical” surface where an optical vibration of the surface is created.
The spectator will be stimulated in all his senses.

footer Definitivo